Immagine
 il Logo Ufficiale del Blog... di Admin
 
"
Un'idea che non sia pericolosa non merita affatto di essere chiamata idea.

Oscar Wilde
"
 
\\ Home Page
Benvenuto in questo blog che utilizza dBLog 2.0 CMS Open Source:

News ed articoli
 
Con la raccolta differenziata si sono risparmiati almeno 280.000 euro di spese di conferimento in discarica.
Come più volte spiegato la disciplina della TARI obbliga i Comuni ad assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio, ricomprendendo anche i costi delle discariche individuati dall’art. 15 D.Lgs. 36/2003 (comma 654).
In un vecchio post spiegai che, attraverso un meccanismo  al quanto dubbio, all'interno di questo costo si coprirono anche le spese di due dirigenti, al solo fine di aumentare la tassa e vessare ulteriormente i contribuenti.

TARI: ad Adelfia i dipendenti pubblici li paghiamo 2 volte

La spesa relativa al servizio di rifiuti è composta primcipalmente, semplificando, dal costo del recupero e da quello del conferimento in discarica che complessivamente è pari a 2,7 milioni di euro.
La seconda voce, è sempre stata circa il 30-35% del costo complessivo oscillando tra 800 e i 900 mila euro.
Nelle tabelle che leggete in alto sono messe a confronto le quantità conferite nel 2013 ( il dato è presunto in quanto non è stato comunicato il mese di  dicembre, ma mi sono tenuto basso considerando nel 2012 un conferimento di 7.200 tonellate.)

Ad occhio sono "spariti" 1.400 tonellate di rifiuti. Spazzatura finita nelle nostre campagne e solo in parte recuperata. Il costo di conferimento dell'RSU oscilla intorno ai 132,5 euro (125 costo di discarica più 7,5 di ecotassa)  che tradotto fanno 185.500 euro di risparmio immediato.
Tuttavia, se nel 2013 abbiamo speso circa 830.000 euro (6.300t per 132.50) , quest'anno  se ne sono andati solo 435.00 euro (3.284 t per 132.50) per il conferimento in discarica.
Tuttavia anche il differenziato ha un costo. Infatti il rifiuto recuperato fa spendere circa il 35-40% in meno rispetto alla discarica,a un prezzo che oscilla intorno ai 70 euro la tonellata. (valore medio ponderato tra i 100 euro per il conferimento dell'organico e i 20-30 euro per vetro, plastica ecc.).
Pertanto nel 2014 abbiamo speso circa 162.000 euro, mentre nel 2013 solo 47.000 euro.
La differenza sono esattamente 280.000 euro di risparmi da conferimento di rifiuti, ossia oltre il 10% del costo dell'intero servizio che paghiamo con la TARI.


Ovviamente questo valore non tiene conto del contributo CONAI che spetta alle amministrazioni che inevitabilmente è aumentato.

Insomma, è il momento che una volta tanto l'amministrazione non solo non aumenti le aliquote, ma addirittura per la prima volta provveda a tagliare la tassa sui rifiuti.
Voi cittadini non accontentatevi.

Antonio Di Gilio
 
Di adigilio2003 (del 06/05/2015 @ 14:17:10, in Lettere Aperte, linkato 25 volte)
Nessun comune nella nostra provincia attualmente è provvisto del regolamento.

Il testamento biologico, detto anche dichiarazione anticipata di trattamento (DAT), è una espressione che indica le manifestazioni di volontà (generalmente formulate in un documento scritto)  con le quali ogni individuo, in condizioni di lucidità mentale,  decide  quali trattamenti sanitari (somministrazione di farmaci, sostentamento vitale, rianimazione, etc.) intende o non intende accettare nel momento in cui questi trattamenti siano necessari e il soggetto non sia più capace di intendere e di volere ovvero non sia più autonomo.
Al momento il nostro sistema giuridico non prevede una normativa che disciplina la pratica del testamento biologico. Tuttavia gli articoli 13 e 32 della Carta Costituzionale conferiscono ad ogni individuo piena e libera facoltà di decidere a quali trattamenti sanitari sottoporsi, il che dimostrerebbe l’esistenza di un vero e proprio diritto all'autodeterminazione, quale specificazione del più ampio diritto alla dignità umana. 
Tutti ricorderanno il caso di Eluana Englaro, conclusa con una causa civile lunga oltre 10 anni e un dibattito politico infinito, in cui ciò che fu calpestato era la volontà della ragazza.

In tutta Italia, stanno nascendo autonomamente nei vari comuni regolamenti (validi solo per i residenti)  in cui i cittadini rilasciano ad uffici preposti la dichiarazione delle proprie volontà sul fine vita.  A Milano, io stesso ho depositato il documento attestante il soggetto possessore delle mie volontà.

In provincia di Bari, ancora nessun comune si è predisposto alla redazione del regolamento nè discute sull'opportunità di redigerlo essendo un atto "eticamente sensibile" e quindi politicamente poco opportuno (abbiamo elezioni tutti gli anni e i cattolici estremisti meglio non inimicarseli).

L'associazione Luca Coscioni al sito

ha preparato una bozza di regolamento che numerosi comuni stanno seguendo e deliberando. Se la politica locale si guarda bene da affrontare tali tematiche i cittadini possono presentare un'iniziativa di proposta popolare ai sensi dell'art 58 del nostro Statuto.
Bastano 100 firme di residenti, ma sarebbe utile superare questo numero.
Una volta tanto Adelfia sarebbe la prima in un'iniziativa importante sui diritti civili.
Gli interessati possono contattarmi e magari organizzare una raccolta firme.
Vi lascio con questo video


Antonio Di Gilio 
 
Tutto parte dalla sentenza 4057/2010 del TAR (leggi QUI). Adesso si chiami in causa chi ha sbagliato e paghi.
Correva l'anno 2005, anno di elezioni e  l'amministrazione di centro-destra, di tutta fretta procede agli espropri dei terreni a ridosso del Borgo Antico di Montrone per quella che oggi rappresenta il mercato comunale giornaliero del rione
Come dice lo stesso TAR vi sono state delle violazioni evidenti formali e sostanziali sugli espropri e ha condannato il comune al risarcimento che oggi viaggia alla ragguardevole cifra di oltre 800 mila euro, ben oltre l'attuale avanzo di bilancio fatto dal sudore e dal sangue dei cittadini tartassati.
Il danno per le casse comunali sarebbe evidente (parliamo del 10-12% del bilancio comunale) se anche il ricorso dovesse confermare il risarcimento in oltre 834.000 euro come molto probabilmente avverrà (da affermazione dello stesso Sindaco).
Avanzo Bilancio
Insomma, nonostante siano passati 5 anni da quanto l'amministrazione di centro-destra ha lasciato il governo della città, i suoi danni  continuano a far male, davvero molto male.
A nulla tuttavia serve la solita storiella dell'avvanzo di bilancio. E' vero, l'amminnistrazione Nicassio II ha lasciato circa 1 milione di euro di avanzo di bilancio (in parte già perso per altre sentenze ), proprio in previsione delle cause in corso. Tuttavia è giusto ricordare che quel milione di euro non l'abbiamo vinto alla lotteria o non è piovuto dal cielo, ma sono sempre soldi dei cittadini.
Inutile dire che questa vicenda non deve diventare un alibi per questa amministrazione. La sentenza del 2010 era ampiamente conosciuta come pure gli importi almeno a grandi linee.
Quindi, piangere per un possibile buco di bilancio, quando la quasi totalità (sottolineo quasi)delle somme avevano coperture mi pare eccessivo.
Il buon padre di famiglia, prende atto dei danni, eventualmente fa di tutto per recuperare quelle somme andando a bussare alle porte di chi ha sbagliato (perchè qualcuno ha sbagliato) e salvaguarda il bilancio.
Invece abbiamo speso allegramente (l'avanzo 2013 è stato di 400.000 euro), per poi recuperarlo in parte tartassando e massacrando i cittadini.

Adesso come in tutte le commediole politiche italiane ci sarà soltanto il ping-pong, nessuno pagherà mai, ma li vedremo tutti tronfi nell'affermare sui palchi quanto sono stati bravi nel fare le mega opere.
Tanto pantalone paga
Antonio Di Gilio


 
Con delibera di giunta n. 35 dell'8 aprile 2015 è stato appovato il rendiconto per l'anno 2014 del Comune di Adelfia.
Il sindaco sottolinea come la situazione adelfiese sia positiva grazie a un avanzo di amministrazione di oltre 700 mila euro." Fuori dal tecnicismo, possiamo dire che abbiamo un bilancio solido" ecco quanto ha affermato sulla propria pagina di FB. Immediatamente è iniziata la condivisione del post, senza che tuttavia nessuno si prendesse la briga di vedere i numeri, nonostante siano a portata di click sull'albo pretorio. Due dati balzano immediatamente agli occhi. Sono aumentate le entrate, in buona parte grazie a un aumento del gettito fiscale locale, e sono cresciute le spese correnti e in particolar modo le prestazioni di servizio.
Partiamo dalle entrate.
 Rispetto al 2013 le entrate sono aumentate di mezzo milione di euro nei titoli I, II e III ossia imposte e tasse, oltre ai trasferimenti.
Questo aumento è dovuto all'operazione IUC.
E' vero, i trasferimenti da Roma si sono ridotti di circa 250.000 euro, ma grazie all'introduzione delle nuove imposte e la possibilità di cambiare le aliquote, il risultato è stato positivo per le casse comunali.
Infatti se nel 2013 dall'IMU l'amministrazione aveva incassato 2,3 milioni, nel 2014 IMU+TASI hanno fruttato 2,7 milioni al comune, a cui vanno aggiunti altri 100 mila di maggior gettito IRPEF.
Totale + 450 mila euro di incassi da imposte che hanno più che compensato la perdita dei trasferimenti. Insomma il bilancio solido è dato sostanzialmente grazie a un aumento spropositato della tassazione, mentre dal lato dei costi assistiamo a un clamoroso autogol.


Il lato della spesa

Come evidenziato dalla tabella, riportata nel documento di giunta, da quando questa amministrazione si è inseditata nel 2011 la spesa corrente è passata da 7 milioni a 7,8 milioni con un aumento dell'11,5%.
Una cifra davvero elevata, se pensiamo che gli stipendi del personale sono congelati da 5 anni per le norme nazionali e siamo ormai in deflazione.
Infatti se andiamo ad analizzare più a fondo quali spese stanno maggiormente incidendo scopriamo molte cose interessanti

L'amministrazione evidenza la voce "trasferimenti" come causa principe. Nulla di più lontano dalla verità.
Parte di quella voce è semplicemente una partita di giro di finanziamenti incassati dal Ministero degli Interni e serviti a pagare il servizio relativo al bando sui profughi.
La spesa nel sociale, infatti è rimasta inalterata.
La vera "colpevole"è la voce " Prestazioni di Servizi" crescita tra il 2011 e il 2014 di 600.000 euro (+14%), ossia più dell'aumento verificatosi dal lato delle entrate,
Solo il calo del costo del personale, degli oneri straordinari e degli interessi sui mutui (in questo la giunta non centra nulla) hanno permesso di mantenere un minimo di decenza.
La riprova della fondatezza di quanto fin qui indicato è la stessa delibera a riportarlo nella gestione economica. Una sorta di conversione semplificata del bilancio pubblico in uno di simile a quello di una società privata
Il risultato della gestione è la differenza tra "ricavi" e "costi" dell'attività caratteristica e il risultato "utile" si è ridotto del 75%, a causa non della diminuzione dei ricavi (addirittura aumentati) ma dall'aumento impietoso dei costi.
Il risultato economico viene salvato solo, appunto, dai minori interessi che paghiamo sui vecchi mutui.
Insomma i 200 mila euro di avanzo di bilancio non sono altro che il sangue e il sudore dei cittadini spremuti e tartassati.
Questo dicono i numeri. Diffidare da chi cerca nell'interpretazione cosmologica e/o politica di un fallimento amministrativo oramai evidente
Antonio Di Gilio
 
Di adigilio2003 (del 23/03/2015 @ 14:56:08, in Lettere Aperte, linkato 88 volte)
Ogni estate, insieme alla bella stagione, arriva il problema delle bottiglie di Peroni sparse nei nostri parchi. Tanti, forse troppi incivili, che non si scomodano nemmeno a recarsi presso i bidoni del vetro degli esercenti per gettare il rifiuto.
La soluzione è a pochi chilometri da Adelfia. Esattamente, alla Festa della Birra di Cassano Murge.
Lì viene fatto pagare, ad ogni persona che acquista un bicchiere di birra, una "commissione" di alcuni euro che vengono restituiti se il cliente riporta il bicchiere.
In quel caso, si tratta di bicchieri in vetro, di un certo valore, e pertanto l'esercizio vuole evitare che i bicchieri del locale vengano sottratti.
Proprio ieri sera, ero al Teatro Parenti di Milano per una manifestazione e anche lì, onde evitare che la sala venisse riempita di bicchieri di plastica, venica applicato il solito "vuoto a rendere" che efficacemente risolveva il problema.
Considerato che il nostro Comune certamente non brilla per decoro urbano, sarebbe utile imporre ai commercianti l'applicazione di questa "commissione", con obbligo di restituzione (vuoto a rendere) al fine di salvaguardare i nostri parchi urbani.
Anzi, sulla falsa riga di Milano, si potrebbe imporre il versamento del contenuto delle bevande in bicchieri di plastica (qualche Peronista incallito avrà da ridire) evitando così di mettere in circolazione bottiglie di vetro, potenzialmente pericolosi.
Magari, i commercianti potrebbero alzare il prezzo di 10 centesimi per rientrare dal costo dei bicchieri. Ma l'alternativa dei bicchieri di plastica è un ulteriore passo avanti.

Insomma, il mercato è il solito allocatore e con un solo euro da restituire, risolveremmo l'annoso problema delle bottiglie per strada

Antonio Di Gilio
 
Le istituzioni pubbliche dirottano alle Chiese, cattolica in testa, ingenti somme di denaro sottraendole ai bilanci pubblici: alcuni di questi finanziamenti sono noti, seppur superficialmente, come l’Otto per mille. Altri sono invece ignoti ai più.
Tra questi ultimi spicca una tassa occulta che una legge dello Stato prevede possa essere stornata a vantaggio delle Opere relative a chiese ed edifici per servizi religiosi. Si tratta di un’importante fetta degli oneri di urbanizzazione secondaria che i Comuni italiani, a discrezione, regalano alla Chiesa Cattolica, talvolta anche ad altre chiese, sottraendo così fondi spesso di vitale importanza per servizi pubblici quali asili nido, edilizia scolastica, servizi sociali.
Eppure i Comuni non sono affatto obbligati versare alle Chiese questi fondi che, secondo una sentenza del TAR, non sono neppure dovuti a chi già gode del privilegio dell’Otto per mille.
Il Comune di Adelfia dal 1996 al 2011 ha versato secondo questo meccanismo all'Arcidiocesi Bari-Bitonto  l'ammontare di € 132.631,70, come da comunicazione dell'ente ecclesiastico che puoi scaricare QUI.
Denaro che è stato speso per le ristrutturazioni degli edifici di culto del comune. Insomma, di fatto ogni volta che qualcuno costruisce un immobile che sia credente o meno, paga questa tassa alla chiesa cattolica.
Nel resto del mondo sono i fedeli che direttamente pagano le proprie congregazioni staccando l'assegno. In Germania, si paga direttamente in busta paga la Kir­chen­steuer, una "tassa" sull'appartenenza alla confessione religiosa. Insomma "credo e quindi pago".
Si dirà: «Che sarà mai, pochi spiccioli…». Beh, moltiplicate per 8.101 (il numero dei Comuni italiani) e anche una piccola elemosina diventa una grossa cifra.
Insomma, un altro fulgido esempio di come la solfa dei "soldi non ci sono" è solo quando si tratta delle scuole dei nostri figli che cadono a pezzi, oppure per il servizio del Taxi per l'anziano.
Per la remissione dei peccati gli spazi in bilancio si trovano sempre
Antonio Di Gilio
 
Di adigilio2003 (del 16/03/2015 @ 22:56:23, in Lettere Aperte, linkato 129 volte)
Dopo 5 anni si è ancora al punto di partenza

I FATTI come da determinazione n.394 del 2015
- In data 06/10/2010 (periodo prefettizio) è stato sottoscritto tra Regione Puglia e Comune di Adelfia l'Accordo di Programma "PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA INTEGRATO DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE COMUNE DI ADELFIA" prevedente un contributo regionale complessivo pari a € 2.000,000,00;
- in data 04/03/11 (periodo prefettizio), il Comune di Adelfia è stato ammesso al contributo provvisorio di € 800.000,00,
 - la Regione Puglia, con lettera pro. N. 12799 del 03/11/2014, ha comunicato che, in data 23/10/2014, ha sottoscritto con il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti l'«Accordo di programma quadro» SETTORE AREE URBANE - CITTÀ; - come riportato nella medesima lettera l' «Accordo di programma quadro» SETTORE AREE URBANE - CITTÀ, ha ad oggetto "la progettazione degli interventi non immediatamente cantierabili ... già inseriti negli Accordi di Programma 'P.I.R.P: (sottoscritti tra dicembre 2009 e dicembre 2011 tra la Regione e i Comuni in Indirizzo), a valere sui fondi ex FAS";
- con nota prot. N. 199 del 29/01/15, il comune di Adelfia ha scritto alla Regione Puglia quanto segue «al fine di concludere il procedimento di accesso al finanziamento per € 1.200.000,00 previsto dall'accordo di programma sottoscritto in data 06/10/2010 .. nonchè considerato che il piano urbanistico generale comunale medio tempore intervenuto rende - in ragione della variata disciplina urbanistica prevista per l'area inizialmente perimetrata - improcedibile l'intervento originariamente proposto, si chiede, nella assoluta invarianza delle finalità del programma cui l'accordo Regione Comune si riferisce, che le risorse de qua possano essere utilizzate per la realizzazione di un "Centro polivalente di Edilizia Sociale per anziani e giovani coppie" non già in area inedificata, ma più utilmente mediante un intervento - perfettamente aderente agli obiettivi di rigenerazione e riqualificazione promossi dai succitati programmi - di recupero del complesso edilizio denominato "Ex GIL",......,esterno alla perimentazione PIRP  approvata e attualmente in condizioni di degrado e fatiscenza»;
- la Regione Puglia, con comunicazione prot. N. 1456 del 12/02/2015, ha riscontrato la predetta missiva prendendo atto dell'impossibilità di attuare l'intervento originariamente proposto nell'Accordo di Programma e che, tenute in considerazione le finalità della proposta, "sta provvedendo in merito".
RICAPITOLANDO
Nel 2010 il comune fa richiesta di accesso a un finanziamento regionale che viene accordato dopo circa 6 mesi per un importo di 800.000 euro,
Nel 2014 la Regione Puglia segnala al comune che coloro che avevano sottoscritto nel 2010 il programma, possono accedere ad altri fondi a determinati requisiti.
Il comune di Adelfia risponde alla Regione che  a causa di modifiche intervenute nel PUG, quell'accordo non è più "procedibile", tuttavia in funzione di quello stesso accordo, chiede un finanziamento di 1,2 milioni di euro per il recupero della ex GILcome Centro Polivalente di Edilizia Sociale.
Tuttavia l'immobile è fuori la "perimentazione PIRP" e quindi fuori dai requisiti dell'accordo sottoscritto
La Regione risponde il 12/02/2014 che prende atto dell'impossibilità di attuare l'accordo firmato nel lontano 2010 e che "sta provvedendo in merito"(purtroppo non abbiamo l'intera lettera) per evidentemente fornire l'1,2 milioni di euro che probabilmente (condizionale è d'obbligo) non avremo

In definitiva dopo 5 anni di lettere e protocolli non si è arrivati a nulla ma un punto si è raggiunto.
Di tutta fretta si è provveduto con urgenza, considerata la scadenza del 31 marzo (la determina è del 13 marzo),  a richiedere il servizio di progettazione alla modica cifra di Euro 39.900,00,( a 40.000,00 sarebbe scattato l'obbligo di contattare 5 aziende).
 Progettazione che potrebbe essere inutile se la Regione dirà che non è possibile il finanziamento.

Fatelo notare quando arriverà il solito CAD

Antonio Di Gilio

 
Poco più del 17% viene affidato per mezzo della procedura prevista dal Regolamento Comunale.
Sul sito del Comune di Adelfia, nell'area trasparenza (clicca QUI) è possibile scaricare per tutto il 2014 l'insieme delle determine dirigenziali con le quali sono stati pagati i beni e i servizi acquistati dall'amministrazione comunale.
Il risultato è interessante
Il file che potete scaricare QUI, mostra che complessivamente il costo in beni e servizi nel 2014 è stato pari a € 4.407.122.
Questo totale è fatto per 1,3 milioni da acquisti in affidamento diretto ( contatto diretto e discrezionale); 312 mila euro di acquisti avviene mediante procedura prevista dal Regolamento Comunale che prevede o l'utilizzo dell'elenco fornitori o per mezzo di richiesta di preventivi. Infine 2,2 milioni di euro avviene per mezzo della procedura aperta (appalto)  oltre alla procedura negoziata (stipula di contratto) per 227 mila euro
Al fine di un analisi corretta, ho "stornato" da questo totale alcune voci fisse di cui l'amministrazione non può fare a meno.
Ad esempio le spese di ricovero di minori presso alcuni istituti sono difficilmente negoziabili o attribuili attraverso meccanismi di mercato "aperto"
Stesso discorso per la questione del ciclo dei rifiuti che come potete vedere dalla tabella assorbe la quasi totalità della spesa avvenuta mediante procedura aperta (appalto)

A questo punto arriviamo alla voce "RESIDUI" ossia i valori rimasti dopo lo "storno" innanzi indicato.
La spesa in beni e servizi "residua" è pari a 1,8 milioni e di questa Euro 1.125.668 ( il 61,50%) è attribuita mediante Affidamento Diretto, ossia senza che i responsabili si preoccupino di fare indagini di mercato.
Solo il 17% invece avviene mediante il sistema più trasparente previsto dal regolamento.
Eppure, la tecnologia ci viene in contro. Tutte le ditte e le aziende devoo avere per legge la PEC ( la raccomandata A/R digitale con pieno valore legale). Basterebbe creare mailing list di PEC per tipo di fornitura in beni e servizi e con un semplice click sarebbe possibile richiedere decine di preventivi, in brevissimo tempo.
Fonti del Ministero della PA dimostrano che si può arrivare a risparmiare fino al 30% se le forniture venissero fatte mediane meccanismi di mercato aperto. (nel nostro caso potenzialmente fino a 300.000 euro).
Insomma, un sistema quello dell'affidamento diretto, fin troppo utilizzato che sarebbe ora di ridurre drasticamente.
Antonio Di Gilio
 
Di LiberAdelfia (del 25/02/2015 @ 16:02:06, in Lettere Aperte, linkato 442 volte)
giornale locale e non solo
 
Con la determina gestionale n.1183 del 30.09.2014 veniva pubblicato il bando in Finanza di Progetto, per la riqualificazione di un luogo storico di Adelfia, la Gabbia dei Leoni.
Il bando dava in concessione, al privato che avesse presentato una proposta, tutta l'area con l'obbligo di provvedere alla realizzazione di una nuova struttura.
Il progetto prevedeva la creazione di una pizzeria/bar (l'ennesimo) e un'arena utile a spettacoli o eventi.
L'importo dell'operazione  sarebbe oscillata intorno agli oltre 400.000,00 euro con l'accollo anche dei costi di gestione per i prossimi 30 anni.Il tutto condito dalla totale mancanza di condivisione su quello che i cittadini volevano per quell'area
Inutile dire che il bando è andato deserto, come alcuni Gufi avevano pronosticato.
Il mercato dell'economia reale è un buon allocatore delle risorse e ha decretato un sonoro NO GRAZIE. Ancora una volta la PA è distante dalla realtà e pensa che i privati ragionino come gli utilizzatori finali di pantalone.
Vi chiedo di seguire il ragionamento. Un investitore degno di questo nome, avrebbe dovuto investire 400.000,00 euro per una riqualificazione. Immaginiamo di ripartire il costo in 360 mensilità ( ossia 30 anni in mesi al fine di avere un parametro comprensibile). Il costo mensile pertanto si aggira intorno a Euro 1.200,00.
Clicca QUI
Il ritorno economico sarebbe arrivato da quella pizzeria/bar ( di dimensione anche contenuta) in una zona già affollata da queste attività. Gli affitti commerciali in zona sono un pò più bassi del costo mensile e l'immobile dopo i 30 anni non sarebbero nemmeno rimasto nella proprietà dell'investitore.
Adesso vi domando, quale operatore economico il cui scopo è evidentemente quello di fare non dico il profitto, ma almeno avere un pareggio di bilancio,con 400.000 euro da spendere si sarebbe lanciato in questa operazione?
Ma la politica di oggi lo sappiamo è fatta da proclami e questa amministrazione è degna delle migliori società di marketing sulla piazza. Ormai quotidianamente ci propina immagine di futuristiche trasformazioni della città in CAD che poi vengono smentite dai fatti.
Inutile dire che, dato il degrado raggiunto dall'area, l'amministrazione ha dovuto provvedere al solito cottimo fiduciario per gli interventi. Per carità tutto regolare, ma se io privato devo spendere 30.000 euro faccio richiesta di un numero ragguardevole di preventivi.
La PA ai sensi del d.lgs. 22 aprile 2006, n. 163, art. 125, comma 8, ultimo periodo, può fermarsi al primo. Tanto paga sempre pantalone.

 
Di Gianni Mennuni (del 06/02/2015 @ 12:48:00, in Fatti di Palazzo, linkato 128 volte)
Queste in basso sono delle vecchie foto scattate in via Sabotino ad Adelfia...
L'immobile in questione è la ex-stalla di Villa Gigia, già dei Nobili Vasaturo di Napoli...
Trattasi di un immobile sotto tutela della Soprintendenza, al pari dell'intera Villa Gigia...
Cos'è successo!!??
Il bene fu acquistato da un costruttore locale dai proprietari della famiglia Vasaturo. Negli anni 2006-2008 è stato concesso un permesso per costruire. Successivamente lo stesso bene è stato venduto.
Ma, udite udite, a distanza di anni, esattamente nel MARZO 2013, l'Ente Comune di Adelfia ha ricevuto una "NOTA TECNICA" (prot.5128 del 15/03/2013) dalla Soprintendenza... che, in oggetto, riportava: Opere eseguite in difformità rispetto all'originario progetto autorizzato da questa Soprintendenza con nota n.7000 in data 2/10/2006.

Dal MARZO 2013 ad oggi son passati quasi 2 anni.
L'Ente Comune di Adelfia ha provveduto alle verifiche del caso!!??




 
PERCHE' IL COMUNE DI ADELFIA HA REALIZZATO (E PAGATO SUPPONGO) UN P.G.I.P. (PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI) E NESSUNO PROVVEDE A SOLLECITARE LA RELATIVA APPROVAZIONE IN CONSIGLIO E, SOPRATTUTTO, LA REDAZIONE DI UN NUOVO REGOLAMENTO!!??

Pensate che eravamo nel MARZO dell'anno 2010... ed il periodico "Paese&Paesi" dell'associazione Hinterland (di area PD), pubblicava questo articolo.
http://hinterlandadelfia.blogspot.it/2010/03/riceviamo-e-pubblichiamo-lettera.html

Al governo del nostro paese c'era, allora, l'amministrazione Nicassio (caduta da lì a poco), poi abbiamo avuto il Commissario Prefettizio (per un anno), poi, nel MAGGIO 2011, sì è insediato l'attuale governo Antonacci.
Da allora... soltanto un ASSORDANTE SILENZIO sull'argomento... ed un esposto in Procura (una relazione di 7 pagine con ben 26 documenti ufficiali allegati al seguito) depositato nel NOVEMBRE 2012...

Ora, come divevo prima, il Comune di Adelfia si è dotato di uno strumento... il P.G.I.P.,ovvero il PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI...
Mesi fa, infatti, fu incaricata una ditta per la redazione di detto PIANO...
Il lavoro è stato svolto ed anche MOLTO BENE, si è fatto anche un incontro (una conferenza di servizio), in data 4 dicembre scorso... ma, a tutt'oggi, NESSUNO DICE PIU' NULLA E NESSUNO FA...

Eppure (presumo) sono stati utilizzati soldi pubblici per lo svolgimento di tale lavoro (ripeto, fatto davvero MOLTO BENE).
Ma, a quanto pare, viene difficile portare avanti la questione...
Nessuno, nè MAGGIORANZA, nè OPPOSIZIONE, nè ALTRI PARTITI E MOVIMENTI... sollecita per una discussione ed approvazione del P.G.I.P. in Consiglio Comunale...
Il problema sta, forse, nel redigere un REGOLAMENTO APPROPRIATO che, tenendo conto del P.G.I.P. realizzato, dovrebbe ora "disciplinare" il tutto... e, soprattutto, gestire, la cosiddetta "NORMA TRANSITORIA", ovvero il passaggio dall'attuale stato di confusione (ovvero dallo stato storico di "gestione molto personale delle cose") allo stato di CONDIVISIONE, di REGOLE UGUALI PER TUTTI, di PARI OPPORTUNITA'...

Ma, in vista delle Regionali (ormai prossime), diventa forse MOLTO MOLTO DIFFICILE occuparsi di certe cose...
Vero o Falso!!??

P.S.
Questo "post" pubblicato qui e nei gruppi facebook "La VOCE del Cittadino" e "Adelfia ft PD"... provvederò ad inviarlo, VIA MESSAGGIO PRIVATO, a svariati cittadini adelfiesi... alcuni di chiara appartenenza politica, alcuni altri semplici attivisti e/o amministratori e moderatori di gruppi e pagine social...
Vedremo quanti di loro avranno voglia di condividere (o copiare) il post presso i propri profili o gruppi facebook... e quanti altri avranno voglia di commentare...
 
Il fisco ora conosce i saldi dei vostri conti correnti e depositi. Ma il vero problema si chiama RETROATTIVITA'. 

Il comune di Adelfia ha pubblicato la delibera con cui vengono individuati i costi dei servizi a domanda individuale. Non ci sono grandi cambiamenti in merito. (QUI potete scaricare il documento)

Chiunque volesse pertanto ottenere agevolazioni su questi servizi ( dalla mensa dei bambini, al taxi per l'anziano) deve presentare il modello ISEE 2015 che potete richiedere in qualsiasi CAF o anche on-line attraverso il sito dell'INPS, all'interno del cassetto previdenziale.

Tuttavia c'è una novità. Per contrastare i furbetti dello "sconto" da quest'anno con la presentazione della richiesta, scattano in automatico i controlli. Il fisco non si fida più della semplice autocertificazione e pertanto, una volta compilati tutti i dati e inserite le informazioni reddittuali e patrimoniali, immediatamente il cervellone dell'Agenzia delle Entrate incrocia quanto da voi dichiarato con i dati in suo possesso.
Coloro che hanno dichiarato l'inesistenza di un conto corrente ( o una soglia inferiore), la detenzione di azioni e titoli di stato ecc. verranno immediatamente scoperti con tutte le conseguenze del caso (sul profilo anche penale di falsa dichiarazione).

Ma il vero problema si chiama retroattività. Non solo il controllo riguarderà l'ultimo anno dichiarativo, ma procederà a ritroso nei tre anni precedenti.

Pertanto tutti coloro che hanno furbescamente pensato di poter "fregare" lo stato adesso rischiano di ritrovarsi a dover passare alla cassa per restituire quanto hanno fraudolentemente rubato alle casse comunali, universitarie ecc.

Interessante segnalare che ogni 10 persone che hanno presentato l'ISEE negli anni passati ben 9 su 10 dichiaravano di non avere un conto corrente. Ma in Italia ci sono 40 milioni di conti intestati a persone fisiche ( e le famiglie sono solo 30 milioni).
Insomma, famiglie avvisate.

Antonio Di Gilio 
 
I dati della raccolta differenziata di Novembre e Dicembre sono sotto il valore del 65% richiesto dalle direttive UE. Crollato nuovamente il dato dei rifiuti pro-capite.

Credavamo di aver messo la parola fine alla questione della raccolta differenziata considerato che i dati mostravano come pian piano i cittadini stessero iniziando ad accettare il nuovo sistema (QUI le puntate precedenti). Anche se con numerose riserve, avevamo constatato il cambio "culturale" in corso.

Tuttavia i dati di Novembre e Dicembre ci hanno fatto ripiombare nel caos estivo.
La raccolta differenziata è scesa sotto il valore minimo richiesto dall'UE (per cui l'Italia ogni anno paga fior fiori di multe) dato che al contrario avevamo ampiamente superato e di cui l'amministrazione comunale si era fatto grande vantoMa ancora più inquietante è il risultato della produzione pro-capite di RSU totale che è tornato al dato di Giugno, quando denunciavamo la "scomparsa" di oltre 150 tonnellate di rifiuti come indicato in questo post

Caos raccolta differenziata: è davvero solo colpa dei cittadini?

 Solo San Trifone a Novembre ha evidentemente gonfiato il valore, ma Dicembre è stato impietoso (eppure è un mesa di feste).
Insomma i cittadini sono tornati a buttare i rifiuti nelle campagne o a migrarli verso i comuni limitrofi.
Come se non bastasse, manca ancora il centro di raccolta, previsto nel bando del 2012 che adesso sarà costruito a spese della Regione Puglia (quindi sempre dei contribuenti) per merito di un finanziamento regionale

Insomma è finito l'effetto novità. Come sempre accade alle nostre latitudini, le medaglie sono state messe al petto. Adesso è un problema dei cittadini che evidentemente continuano a essere lasciati liberi di fare, tanto pagano i soliti fessi.

Antonio Di Gilio
 
Di adigilio2003 (del 10/12/2014 @ 14:07:51, in Lettere Aperte, linkato 2325 volte)

In 12 anni abbiamo contratto 12 milioni di debiti. I responsabili? Tutto l'arco istituzionale locale.

 Sul sito del Ministero degli Interni, alla voce "Finanza Locale" è possibile estrapolare tutti i dati dei mutui contratti dalle amministrazioni locali. Un sistema informativo importante che mette alla luce le difficoltà che corre il nostro paese. Un dato su tutti. I debiti complessivamente contratti dai nostri amministratori dal 1995 al 2007 ( per fortuna dopo è arrivato il Patto di Stabilità a fermarli) ammonta a € 12.000.000 ( dodici milioni).

Le entrate complessive del nostro comune nel 2013 sono state di 8,5 milioni, tanto per dare un metro di paragone. Insomma nel corso di 12 anni, di anno in anno ci siamo indebitati per un valore di 1 milione di euro. Le responsabilità sono quasi equamente ( se deflazionati) ripartite tra centro-sinistra ( di cui assessore è stato l'attuale sindaco Antonacci) e centro-destra con l'esperienza del sindaco Nicassio.

Ogni anno, grazie a questi signori paghiamo 1 milione di euro di rate di mutuo, di cui € 300.000 di interessi. 

Cifre importanti considerata la situazione in cui versano le amministrazioni locali, stritolate dai vincoli di bilancio. Un metro di misura può darcelo il Comune di Capurso. Dal 1980 al 2000 (20 anni)  i mutui complessivi ammontano a meno di 1,8 milioni di euro, 7 volte meno del nostro paese in un tempo quasi doppio.
Ogni anno i nostri cugini capursesi pagano soltanto 144.000 euro di rate di mutuo e solo 20.000 di interessi

E la differenza si vede. E' notizia di oggi che il Comune di Capurso, ha potuto destinare 100.000 euro ( 1/3 degli interessi che ogni anno paghiamo) a fondo perduto ai piccoli imprenditori che avessero voluto investire in una nuova attività nel centro-storico capursese.
E' evidente che questa operazione avrà ritorni nel medio termine in quanto attività che funzionano fanno aumentare il gettito fiscale in favore del comune in un circolo virtuoso.
Al contrario noi, ogni anno paghiamo il triplo di quei fondi in sterili interessi che portano via ricchezza.

E' evidente che i debiti vanno onorati. Ma la domanda sorge spontanea.  Questi 12 milioni a cosa ci sono serviti? Ha Adelfia oggi un patrimonio di 12 volte superiore a Capurso?

Alle prossime elezioni chiedetene conto.

Antonio Di Gilio





 
Di adigilio2003 (del 05/12/2014 @ 16:03:36, in Lettere Aperte, linkato 338 volte)
Avviato il piano di una nuova lottizzazione sulla Adelfia-Valenzano per incassare circa 730.000 euro

 Con delibera di giunta n.137/2014, (scarica QUI)l'amministrazione comunale ha dato avvio al nuovo progetto di lottizzazione con progetto esecutivo denominato "Borgo Selvaggio".

Il progetto si estende su un'area di 35.122 mq e il consorzio dei proprietari dovrebbe investire una cifra intorno a 1,5 milioni di euro per le opere di urbanizzazione primaria


L'area individuata è a circa 350 metri dall'imbocco di Via Valenzano ed è evidente la distanza da tutti i servizi primari più importanti.
Scuole e asili, uffici postali, Municpio, piazze e negozi sono molto distanti e l'accesso si rivela fin da subito non semplice.

Infatti, visto l'immediatezza della ex provinciale bisognerà prevedere rallentatori o rotatorie idonee.

Ricordo le parole di Antonacci candidato sindaco nel 2011quando, rimproverando l'Amministrazione Nicassio affermava :



Diverte constatare che con questa lottizzazione  si va a creare una nuova zona residenziale, non solo non all'interno del contesto urbano, ma anche al quanto distante, senza un minimo di criterio logico.
Tuttavia, arriviamo a una certezza. Questa operazione farà incassare la ragguardevole cifra di € 729.157 dai contributi sul costo di costruzione e gli oneri di urbanizzazione.
Soldi freschi e veloci utili per poter tirare altri 18 mesi prima dell'arrivo delle nuove elezioni.
Peccato che i soldi prima o poi finiscono, e sul groppone dei contribuenti, resta un'isola urbana di cui dovranno farsi carico ( basti pensare allo stato pietoso di via Chiancaro).

Ancora più si resta basiti se si pensa che il mercato immobiliare è in crollo costante con un -20% dal 2010 dei valori delle case e ancora tanto invenduto da smaltire come riportato in un vecchio post
Il mercato immobiliare adelfiese in saldo. Il nostro il crollo maggiore 
Insomma una lottizzazione campata in aria, al solo fine di fare cassa, nel silenzio più totale di pezzi della maggioranza (e non solo) sempre pronti a stracciarsi le vesti sulle questioni ambientali. 
Mi riferisco alla sezione locale di  Sinistra Ecologia (?) e Libertà che tanto ebbe da ridire sull'operazione di passaggio di proprietà della circonvallazione, o che sul proprio sito ufficiale tanto ha denigrato lo Sblocca Italia (clicca QUI) per la cementificazione selvaggia. Stranamente adesso si silenzia davanti a queste improbabili scelte urbanistiche. 
Dimenticavo. Le Regionali sono alle porte

Antonio Di Gilio

 
Di adigilio2003 (del 03/12/2014 @ 19:18:20, in Lettere Aperte, linkato 167 volte)
Risultati Primarie prov. Bari.
Considerato il rapporto votanti sulla popolazione perchè comuni come
Grumo, Polignano, Sannicandro, Adelfia e Modugno hanno dati quadrupli o quintupli rispetto Toritto, Capurso, Locorotondo, Cassano delle Murge
Casamassima.
Cosa accomuna i primi? Cosa i secondi? Considerando che parliamo di territori estremamente similari per vicinanza, economia e popolazione


Antonio Di Gilio
 
Il 30 novembre, hai una quarta opzione per fare sentire la tua voce contro il silenzio della giunta Antonacci, mettere una grande X sulla scheda.

Mancano pochi giorni alle Primarie del centro-sinistra per l'elezione del candidato governatore della Regione Puglia che chiamerà i pugliesi al voto fra qualche mese.

I tre candidati sono l'ex sindaco di Bari, Michele Emiliano, l'assessore Guglielmo Minervini e per la quota SEL Dario Stefano.

Tuttavia, non molti sanno che le Primarie di fatto, sono soltanto una cartina di tornasole con lo scopo, nemmeno tanto celato, di sottolineare il peso elettorale locale dei vari gruppi politici.Alle ultime regionali votarono circa 1200 persone, mentre per quelle dei candidati del senato (solo elettori PD) furono circa 800.

A differenza di tanti disfattisti che rivendicano il diritto di non votare in quanto alla fine "sono tutti uguali e non ne vale la pena", io ritengo che in politica i segnali siano importanti.

Generalmente, le schede nulle e bianche, soprattutto alle primarie, non raggiungono mai nemmeno lo 0,5%.
Dopo quasi un mese, il sindaco Antonacci continua a non rispondere alla domanda posta dal blog ( il contatore) e da molti cittadini sul proprio interesse a concorrere o meno alle prossime elezioni regionali.

Fenomenologia del silenzio. Sindaco Antonacci vuole fare il consigliere regionale SI o NO?


Infatti, il problema è dirimente. Se nulla si può sindacare sulle legittime prospettive di crescita politica ( la vicenda del tentativo di diventare senatore è ormai nota), politicamente avremmo da recriminare in quanto questo passerebbe attraverso nuove elezioni anche per Adelfia ( con costi per la collettività) se non addirittura il rischio di un commissariamento.

Il giornale TAG Magazine, ha prontamente richiesto un'intervista al sindaco e al consigliere Cistulli, ma purtroppo la prima data utile accettata è quella del 5 dicembre. Non traggo conclusioni sul fatto che questa data è successiva alla data delle primarie.


Purtroppo il silenzio ha riguardato tutta la giunta e i partiti che sostengono l'attuale governo cittadino e della serie "errare è umano, perserverare è diabolico" hanno nuovamente come gli struzzi messo la testa sotto la sabbia e attendono passivamente l'evolversi della situazione. In fondo se si rischia il voto, meglio non inimicarsi qualcuno.

Pertanto, anche se con una certezza matematica, questa mia proposta cadrà nel vuoto ( ma la speranza è l'ultima a morire), invito gli elettori del centro-sinistra adelfiese a recarsi alle urne per le primarie e di dare un segno politico tangibile a chi vi dovrebbe rappresentare nel vostro comune. ANDATE AL SEGGIO E ANNULLATE LA SCHEDA.
La valenza politica sarà tutta locale e nulla avrà a che vedere con i risvolti regionali

Se loro sono per il silenzio, per gli elettori è il momento che con lo strumento del voto ALZINO LA VOCE.

Antonio Di Gilio


 
Di LiberAdelfia (del 18/11/2014 @ 15:09:52, in Lettere Aperte, linkato 473 volte)
giornale locale e non solo
 
Di vin.prudente (del 16/11/2014 @ 13:47:17, in Lettere Aperte, linkato 301 volte)
*Articolo tratto dal blog adelfiaonline.blogspot.it Torno a scrivere sul blog che ho creato insieme ad Antonio, parlando di un fatto personale, ma non troppo, perché poteva capitare a chiunque. Ieri ho visto alcune copie di un calendario 2015 dedicato alla festa di San Trifone, distribuito dal Comitato Feste. Ho sfogliato le varie pagine, trovando tante belle foto d'epoca e, con sorpresa, anche alcune in cui è presente mio nonno, il pirotecnico Luigi Gargano. Le foto erano quelle che io stesso ho consegnato al Comitato, senza conoscere l'uso che ne avrebbero fatto, quando un membro mi ha chiesto un aiuto. Infatti, a fine calendario, ho trovato un ringraziamento anche per me per il contributo dato. Solo il cognome, per scrivere il nome si sprecava troppo inchiostro. Mi è stata offerta una copia da una persona che l'aveva ricevuta, ma ho rifiutato rispondendo che l'indomani sarei andato direttamente al Comitato a chiederne qualcuna. Così ho fatto. Questa mattina sono passato in Corso Umberto I e ho visto il locale aperto. Ho parcheggiato l'auto e ci sono entrato. Dopo una breve attesa, ho chiesto ai signori presenti qualche copia del calendario. La risposta, non troppo inaspettata a dire la verità, è stata un secco "Hai pagato?". La risposta l'avevo già pronta: "Veramente no" - dico - "però penso di aver dato comunque un contributo con le foto che vi ho dato e che avete inserito nel calendario. Avete scritto pure il ringraziamento sull'ultima pagina.". L'uomo non ne ha voluto sapere: "Se non hai dato niente non posso dartelo. Le copie sono solo per chi ha dato qualcosa, se avanzano te li posso dare.". Ho chiesto ancora se proprio non fosse possibile averlo e a quel punto l'uomo ha scosso la testa, dicendo un "Poi te lo porto." che puzzava di uno di quei "Le faremo sapere." che vengono detti ai colloqui di lavoro. A quel punto ho girato le spalle e sono andato via. Almeno una copia pensavo di meritarmela, ma secondo loro no. A questo punto potevano pure risparmiarsi il ringraziamento fasullo. E' naturale che, visto il trattamento, da adesso in avanti da me potranno aspettarsi questo: NIENTE Ero già abbastanza incazzato dopo aver saputo, esattamente il 13 novembre sera, che il tradizionale colpo di cannone notturno del 10 novembre era dedicato alla memoria di mio nonno e suo fratello, leggendolo sul manifesto. Avvisare la famiglia era evidentemente superfluo. Circa tre mesi fa, fui invitato dal Presidente ad entrare a far parte del Comitato. Lasciai la risposta in sospeso, ma adesso ho deciso: NO, GRAZIE. SONO DIVERSO DAL COMITATO. Chiudo lasciando un consiglio ai posteri. D'ora in poi, quando date qualcosa a qualcuno, allegategli sempre una banconota da 50 euro: state certi che di voi almeno si ricorderà. Vincenzo Prudente
 

Ci sono 29 persone collegate

< maggio 2015 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Ricerca articoli
Cerca per parola chiave
 

Titolo
Al Protocollo (7)
ATTENZIONE (31)
C'era una volta (4)
Canzoni di protesta (3)
Comitato Promotore1903 (1)
Comune di Adelfia (24)
Diritto e Rovescio (36)
Eventi (90)
Fatti di Palazzo (41)
giovani adelfiesi (14)
GIOVANI E LAVORO (30)
Il sonno della ragione genera mostri! (2)
Indagine (1)
Lettera (1)
Lettere Aperte (320)
Morti per Mafia (2)
Notizie di territorio (33)
OST (Open Space Tecnology) (2)
Politica (45)
PoliticANDO (33)
Riflessioni (6)
Scuola (21)
Senza Commento (1)
Solidarietà (6)
Storia (1)
Storie di ordinaria follia (21)
W il Blog (70)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
I 5 stelle....come quei finti sapientoni...che par...
24/05/2015 @ 19:45:54
Di Anonimo
Fra imbecilli che vogliono cambiare tutto e mascal...
24/05/2015 @ 08:52:46
Di 31 maggio?io vado al mare
?
23/05/2015 @ 16:12:01
Di ?
Ciao Am signora, Morgan Debra Am un prestatore di ...
23/05/2015 @ 09:52:58
Di morgan debra
a me preoccupano le 1400 tonellate di rifiuti spar...
22/05/2015 @ 11:01:53
Di Anonimo
i lavori di piazza leone non sono fermi, magari tu...
19/05/2015 @ 09:00:54
Di anonimo ma non troppo
Vorrei un chiarimento di un tecnico o di un ammini...
18/05/2015 @ 16:27:25
Di anonimo
Tra i presenti c'eri anche tu,per sapere tutto que...
18/05/2015 @ 15:25:19
Di fatticompraredachinonticonosce
al dream e dance c'era da piangere. tra i presenti...
17/05/2015 @ 20:26:40
Di Anonimo
Adoro i politici sui manifesti elettorali:sono cos...
15/05/2015 @ 15:33:23
Di 31 maggio?io vado al mare
Domani pomeriggio accorrete in massa al dream &...
14/05/2015 @ 22:32:17
Di non lo ho votato e non lo voteró mai!
Quante brave persone vogliono andare alla Regione ...
14/05/2015 @ 09:36:39
Di la faccia delle p......
Ci iald ie chess.
13/05/2015 @ 12:05:33
Di l crstian non potn mange'
Ciao,Sono Signora Lopez della Chiesa finanziare il...
12/05/2015 @ 17:02:06
Di Lady Lopez
Quante persone in giacca e cravatta in giro. ci sa...
08/05/2015 @ 08:18:07
Di mistero
Quindi anonimo #18... si lasciano i tesoretti (per...
07/05/2015 @ 15:42:18
Di GianniMennuni
A quanto ne so, la vecchia amministrazione aveva l...
07/05/2015 @ 13:53:26
Di Anonimo..
Da stamattina ho le finestre chiuse per colpa di q...
05/05/2015 @ 18:35:03
Di Non e'questo l'ampio respiro?
digilio sei un poveretto. tanto non frega a nessun...
05/05/2015 @ 13:26:56
Di Anonimo
#13 la materia è complessa. Ma1) c'è stato un tar,...
04/05/2015 @ 20:31:05
Di Anonimo
#13. Riporto quanto c'è nella sentenza"Espone il r...
04/05/2015 @ 19:50:09
Di adigilio
Non possiamo basarci sul "mi pare". La materia di ...
04/05/2015 @ 18:46:44
Di Anonimo
#9 l'Amministratore migliora le cose se prima di f...
04/05/2015 @ 18:34:57
Di adigilio
#9 la sostanza (miglioramento di un'area) non può ...
04/05/2015 @ 15:16:07
Di Anonimo
chi ha sbagliato paghi cosa?quanto?come?spiegate p...
04/05/2015 @ 14:34:56
Di Anonimo
Ti sei vantato di aver vissuto la tua infanzia in ...
04/05/2015 @ 13:38:43
Di Anonimo
#1 è buona norma motivare quanto si afferma.
04/05/2015 @ 13:16:25
Di adigilio
Che soluzione del c***o
04/05/2015 @ 11:39:46
Di Soluzione da studente di scuola media, fuori cors
#5 cosa centra aver compiuto un atto "illegittimo"...
04/05/2015 @ 09:49:23
Di adigilio
Prima di fare questi espropri azzardati, sarebbe s...
04/05/2015 @ 09:33:31
Di Anonimo
Superficialità amministrativa significa anche non ...
04/05/2015 @ 08:36:25
Di Anonimo
Che ci volete fare?! So comunist...hanno creato la...
03/05/2015 @ 23:26:04
Di Anonimo
Non bastavano i sacrifici che nei secoli passati i...
03/05/2015 @ 22:38:15
Di Anonimo
Questa questione è l'emblema delle passate amminis...
03/05/2015 @ 20:32:55
Di Anonimo
Nulla di masochistico nè di assurdo. C'è una sente...
03/05/2015 @ 19:40:23
Di adigilio
mai lette tante assurdità tutte insieme; mi sembra...
03/05/2015 @ 19:19:04
Di Anonimo
1 maggio festa dei disoccupati.
01/05/2015 @ 06:55:48
Di Anonimo
C'era bisogno di spendere 3200€ in 4 pc e accessor...
30/04/2015 @ 23:58:50
Di dov'è la spending review?
#77 passiamo all'aspetto progettuale. Bisogna part...
30/04/2015 @ 13:31:20
Di adigilio
#77 per il momento sfrutto al massimo il mio poten...
30/04/2015 @ 13:07:31
Di adigilio
Digilio,puo' essere la persona piu' onesta del mon...
30/04/2015 @ 12:49:47
Di il potere logora chi non c'e' l'ha.
torno sulla situazione locale e concordo con adigi...
30/04/2015 @ 11:26:38
Di Anonimo
#75 forse il mio messaggio non è ancora chiaro. Io...
30/04/2015 @ 09:52:23
Di adigilio
E tu caro Digilio credi ancora nei politici?E parl...
30/04/2015 @ 09:47:16
Di Anonimo
#70 purtroppo avevo scritto un commento, abbastanz...
29/04/2015 @ 15:55:34
Di adigilio
Mi son fatto una bella lettura stamane... di quest...
29/04/2015 @ 10:23:05
Di GianniMennuni
I governi in Italia non sono eletti dal popolo mai...
29/04/2015 @ 10:19:17
Di Anonimo
70,Ti ricordo che l'attuale governo Renzi,non e' s...
29/04/2015 @ 09:43:46
Di sono tutti uguali
Di Gilio è chiaro che vi sono situazioni in cui le...
29/04/2015 @ 08:52:03
Di 190
Grillo?E che centra mo.
29/04/2015 @ 08:28:20
Di Anonimo
chiedo scusa per il commento 66 caro digiglio. se ...
29/04/2015 @ 08:03:26
Di quello del 66. chiedo scusa
#66 francamente non capirò mai questo atteggiament...
28/04/2015 @ 23:27:02
Di adigilio
solo a pensare che ci sono persone che votano la g...
28/04/2015 @ 21:29:05
Di Anonimo
#64 vedo che ci gira attorno. Quali sono le logich...
28/04/2015 @ 21:22:01
Di adigilio
Di Gilio1) Gli elettori non hanno quasi mai le cap...
28/04/2015 @ 20:45:59
Di Anonimo
#62 I sistemi democratici non sono infallibili ma ...
28/04/2015 @ 19:40:39
Di adigilio
Ripeto,quanto già scritto.I sistemi democratici no...
28/04/2015 @ 09:25:03
Di Anonimo
O se vogliamo di una miriade di promesse non mante...
27/04/2015 @ 17:58:11
Di adigilio
#59 Non ho detto di avere ricette, o progetti da p...
27/04/2015 @ 17:51:18
Di adigilio
digilio visto che lei é così bravo perché non vien...
27/04/2015 @ 17:31:47
Di anonimo allievo
Ciao AntonioHo appena letto su facebook il tuo pos...
27/04/2015 @ 17:17:02
Di GianniMennuni
#36 e seguenti. E' inutile insistere sulla ricerca...
27/04/2015 @ 16:15:06
Di adigilio
mai amministrato e mai amministerò, sto cercando d...
27/04/2015 @ 10:42:50
Di quello del 46
il carabiniere si occupa di agricoltural'agricolto...
27/04/2015 @ 09:18:02
Di Anonimo
Il cambiamento politico.Altri pastori,altri cani,l...
27/04/2015 @ 09:03:12
Di 14/9/2011
51 facciamo in quest'altro modo:trova tu un attrib...
26/04/2015 @ 21:51:51
Di Anonimo
votate e fate votare gli imbecilli
26/04/2015 @ 21:27:16
Di Anonimo
Innanzitutto, quali sono i criteri per definire og...
26/04/2015 @ 21:07:02
Di Anonimo
Pertanto votiamo gli imbecilli e non lamentiamoci ...
26/04/2015 @ 20:49:59
Di Anonimo
Le elezioni non sono un concorso pubblico.Gli elet...
26/04/2015 @ 19:13:38
Di Anonimo
46 sei uno di quelli che amministrano oggi o uno d...
26/04/2015 @ 18:21:25
Di avast
Seguire il territorio!!!!!! Chiacchiera del secolo...
26/04/2015 @ 14:54:53
Di Anonimo
le piace vedere il toto nomi come quello visto con...
26/04/2015 @ 12:40:33
Di unico suggerimento seguire il territorio
la gente vuole chiarezza,i nomi della squadra vann...
26/04/2015 @ 12:00:18
Di suggerimenti per una squadra
vanno scelti nomi seri all'interno delle varie lis...
26/04/2015 @ 11:31:56
Di il voltagabbana
non esiste squadra che possa correre unita se non ...
26/04/2015 @ 11:28:07
Di il voltagabbana
infatti non serve fare i nomi dei candidati sindac...
26/04/2015 @ 10:51:49
Di suggerimenti per una squadra
Perchè siete a caccia di un leader invece contribu...
25/04/2015 @ 23:03:22
Di il voltagabbana
complimenti vivissimi all'amministrazione per aver...
25/04/2015 @ 22:38:40
Di ampio respiro
Non avete capito nulla di Adelfia.Questo e' un pae...
25/04/2015 @ 09:41:42
Di Anonimo
Meglio Antonio Torres.
25/04/2015 @ 08:08:32
Di oppure Antonacci per sempre(come i diamanti)
L'unico personaggio in grado di bruciare Antonacci...
24/04/2015 @ 22:46:56
Di Anonimo
ma un leader capace di trainare nel modo in cui di...
24/04/2015 @ 21:41:47
Di chi come e perché
Le dinamiche elettorali a livello comunale non seg...
24/04/2015 @ 21:02:50
Di adigilio
scusami digilio,posso essere completamente in acco...
24/04/2015 @ 19:51:36
Di chi come e perché
La pluralità dei finanziamenti ottenuti ha consent...
24/04/2015 @ 18:53:21
Di Anonimo
infatti il Cellino II è stato tanto deludente quan...
24/04/2015 @ 18:20:37
Di lerel moadik
Appunto disastrosa. L'ultima amministrazione è sta...
24/04/2015 @ 12:03:52
Di adigilio
A tuo avviso sta facendo meglio dell'ultima disast...
24/04/2015 @ 11:04:02
Di se riesci a trovarla,ma ci credo poco
#28 sottoscrivo in toto quanto da te riportato
23/04/2015 @ 10:21:44
Di adigilio
Continuate di questo passo e Antonacci rivincerà s...
23/04/2015 @ 08:33:55
Di Anonimo
#24 non gli dare peso. Non hai capito niente. Il 2...
22/04/2015 @ 19:13:56
Di Anonimo
Qualcuno in questo blog rappresenta volutamente a ...
22/04/2015 @ 19:08:25
Di Anonimo
20 un merito ce l'hanno. aver vinto il guinness de...
22/04/2015 @ 15:51:09
Di Anonimo
21 Non sei nemmeno degno di nominare quello delle ...
22/04/2015 @ 15:36:25
Di prima di essere uomo ,cerca di essere gente.
in campagna elettorale pullulano
22/04/2015 @ 11:36:15
Di tra dire e fare c'è di mezzo il mare
tutti questi soggetti hanno anche la faccia di c**...
21/04/2015 @ 13:53:36
Di senza vergogna
Medò, pensate se il grande Loconte dovesse pure in...
19/04/2015 @ 18:41:21
Di Tutto il mondo è paese
il grande giornalista loconte sta scoperchiando la...
19/04/2015 @ 13:03:22
Di senza ritegno
http://bari.repubblica.it/cronaca/2015/04/17/foto/...
17/04/2015 @ 17:34:38
Di campagna elettorale PD



Titolo
Scrivi
Invia un messaggio email
info@adelfiablog.it

Collabora con NOI
Registrati subito al nostro blog e potrai scrivere articoli, pubblicare foto e demo mp3...
Clicca qui

Login (Area Riservata)
Ingresso dedicato a tutti gli Autori del blog...
Clicca qui

Su FACEBOOK
Hai un profilo Facebook?
Iscriviti subito al nostro gruppo "la VOCE del Cittadino"
Clicca qui





25/05/2015 @ 13:05:08
script eseguito in 562 ms